Dictionnaire de la Science Politique

Authors: Hermet, Badie, Birnbaum & Braud
Summary: We're sorry. This summary is still not available in english.

length: 560 words

Il fenomeno clientelare ha avuto notevole attenzione a partire dagli anni 70 grazie in particolare alle analisi italiane di L. Graziano. Esso Š definito da Leca e Schemeil come un'alleanza verticale fra due persone dotate di status, potere e risorse diverse e considerata, per un motivo o per un altro, utile ad entrambi.
Il clientelismo - anche conosciuto come "patronage" - ha le sue origini storiche gi… nell'impero romano quando fu introdotta la procedura delle centurie nel regime elettorale.
Da un punto di vista pi— socio-culturale, esso Š divenuto espressione politica con la formazione dello stato centralizzato e dei regimi rappresentativi: in questo caso ha rappresentato una partizione del potere fra lo stato centrale debole ed i poteri locali ancora potenti.
L. Graziano e S. Tarrow a questo primo tipo di clientelismo ne aggiungono un'altro: il clientelismo di massa o neo-clientelismo che si trova ad essere gestito dai partiti e dai sistemi elettorali moderni diversamente dal modello di relazioni interpersonali del passato. Negli Stati Uniti, e fin dal 1860, questo fenomeno Š conosciuto come bossismo ed Š attribuito al partito democratico. Solo in seguito esso si Š esteso in Italia, Spagna e in altri paesi del Meditterraneo e dell'America latina.
In linea generale il clientelismo moderno Š connesso al fenomeno del fazionalismo in riferimento al fatto che diverse fazioni sono in competizione fra loro per il controllo dello stesso spazio politico.